10.9.18

Serie TV e la sindrome da Cinecomics






Andiamo a delimitare l'argomento, parlerò delle Serie TV Marvel/Netflix e la deriva che stanno prendendo...


Fin dagli esordi del progetto The Defenders molti appassionati di comics si erano esaltati, specialmente dopo l'esordio scoppiettante della prima stagione di Daredevil. Quei lettori a fumetti (anche io ammetto) e sottoscrittori della piattaforma digitale Netflix erano in visibilio, finalmente c'erano prodotti adulti sui supereroi, proprio come nei fumetti! Non erano storie preconfezionate ad uso e consumo rapido, come tanti cinecomics (ne ho parlato qui) ma Serie TV che non avrebbero tradito la controparte cartacea...

Le cose parevano andare bene, dopo la prima stagione di Daredevil ci fu: la prima scoppiettante stagione su Jessica Jones, poi ancora Daredevil (seconda stagione), la simpatica prima stagione su Luke Cage, e la prima stagione su Iron Fist (non amata da tutti in realtà). 







Ma poi arrivò la tanto attesa serie collettiva The Defenders, che non supera la sufficienza ad essere di animo generoso. E il declino continuò fino ad arrivare ad oggi! Le stagioni 2 di Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist sono nettamente inferiori alla specifica prima stagione (vi dico solo che sto rivalutando grandemente l'appena passabile serie su Black Lightning uscita questo anno e prodotta sempre da Netflix). E' probabile che l'eccessiva voglia di sfornare tante Serie TV sui supereroi sia sfuggita di mano alla Marvel/Netflix, un po' come i cinecomics Marvel e DC dell'ultimo periodo. Pare che il loro motto potrebbe essere "meglio tante uscite... anche se con poca qualità".

Che la Marvel (o sarebbe meglio dire la Disney?) ha tale tendenza non mi stupisce affatto, ma che anche Netflix segue la stessa china non è bello. Ho grande rispetto nell'operato di Netflix e di come sta rivoluzionando lentamente il panorama del cinema e dei serial televisivi, è quindi un passo falso la gestione (fallimentare?) del progetto The Defenders. Tanto più che a breve Netflix ha intenzione di inaugurare un nuovo universo basato sui comics e sui personaggi ideati da Mark Millar, etichetta Millarworld.

Per concludere, una Serie TV dedicata ad un fumetto/eroe specifico può essere un vero e proprio spasso, se il produttore vuole. Ci sarebbe tutto il tempo a disposizione per raccontare passo passo le vicissitudini apparse nei comics.
E Netflix ce la puoi fare... daje ;)