6.7.18

Batman: Una morte in famiglia, Jim Starlin





Nell'anno 1988 uscì il numero 426 della serie regolare di Batman "Una morte in famiglia" (edizione americana), si concluse con il numero 429. Bene o male chiunque mastichi di #comics è al corrente dello snodo cruciale che contiene questa storia: la morte del secondo Robin. All'epoca, visto il non amore da parte dei lettori verso Jason Todd (il secondo Robin) la DC aprì un sondaggio con i propri lettori... con l'esplicito quesito: "Che fine gli facciamo fare a Robin Todd? Lo facciamo vivere o morire?". Il risultato è ormai noto, e Joker il simpaticone accettò il verdetto negativo!






Batman: Una morte in famiglia è illustrato da Jim Aparo, sinceramente le tavole le ho trovate abbastanza anacronistiche. Invecchiate male, secondo me. E' vero ci sono alcune soluzioni grafiche ancora stimolanti, per noi lettori contemporanei (ad esempio il Batman con il suo costume classicheggiante fa la sua bella figura). Ma le fattezze stesse del Joker, o anche le scelte dei colori e composizioni delle tavole, probabilmente risulteranno oggi eccessive.

Alla sceneggiatura troviamo Jim Starlin e le cose vanno decisamente meglio. Una storia scritta bene ed efficace. Magari anche la storia soffre di qualche cliché dell'epoca... ma in definitiva se seguite Batman è indispensabile dare a questa storia un posto di rilievo in libreria.