22.3.18

Noi





NOI


Noi che camminiamo scalzi
in mezzo a case fatiscenti.
Giochiamo con quello che troviamo,
e a volte poi, ci divertiamo.
Oggi facciamo un altro gioco,
andiamo a ritroso per la via di casa.
Ma sarà perché son pazzo
oppure perché non capisco niente
ma a vivere così non ci sto più.
Ignoriamo di chi siamo e a chi apparteniamo
dobbiamo lavorare.
Ma a me non sembra giusto
continuare a vivere così.
Però se mi guardo intorno,
vedo che tutti i bimbi
sono come me.
Mi dovrò accontentare di quello che ho.




19.3.18

Scarica gratis il mio nuovo eBook "Poesie SottoSopra" (fino al 22/3/18)





Sono lieto di annunciarvi che oggi è appena uscita la mia nuova raccolta poetica. In esclusiva per Amazon in formato eBook per Kindle! Per il lancio ho pensato di renderlo completamente gratuito (da oggi fino a Giovedì prossimo). 
Cosa aspettate? Scaricate qui "Poesie SottoSopra" e fatemi sapere cosa ne pensate...


La prima lei






LA PRIMA LEI

Vedi fuori la porta
e immagini il mondo in modo diverso.
Guardi dalla finestra
e scopri che il mondo è molto più grande.
Hai cercato sempre di scappare via
da questa casa,
che ti fa sentire (come dici tu)
sola e fredda.
Oggi la porta è aperta
puoi scappare via;
ma credimi
quello che vedi è una bugia.


13.3.18

Supergirl (Art Comics)





Questa settimana, pronte per voi, ben 10 immagini in HD dei migliori disegnatori comics. Chi è la protagonista? Supergirl, quella che vola.



 


12.3.18

Un cielo radioso, Jiro Taniguchi





Ho praticamente letto e metabolizzato (è proprio il termine adeguato) tutte le opere del sensei Jiro Taniguchi; mi mancano da leggere alcuni titoli manga dove Taniguchi ha disegnato su sceneggiatura altrui. Ma appunto, le opere dove ha lavorato come mangaka, le ho lette tutte...
E tutte le sue opere sono ben al di sopra della media, ed è impossibile affermare che "le sue opere non lasciano nulla dentro".






Un cielo radioso è uno degli ultimi lavori della sua lunga carriera, #manga edito nel 2000 in Italia. Per me questa è la sua opera migliore.
Ci troverete un disegno elegante e denso di emozione, tratteggi favolosi, inquadrature spettacolari. La trama apparentemente semplice, sfocerà presto nella commozione del lettore.






Nella postfazione in appendice al volume autoconclusivo (edito dalla Coconino Press) è lo stesso Jiro Taniguchi a scrivere:

"Un cielo radioso è ormai finito. Cosa potrei aggiungere? Mi basta pensare che il lettore, dopo aver scoperto questo racconto, forse si sentirà commosso. Ad ogni modo, se dovessi fare un commento, direi questo: credo che nel corso della nostra esistenza certi eventi, certe esperienze siano capaci di farci cambiare modo di vivere. Si tratta di quegli eventi grazie ai quali ritroviamo la coscienza oggettiva di noi stessi, la sua natura profonda, al di là del personaggio che ci tocca incarnare nelle convenzioni che la vita quotidiana ci impone. Quello che ho voluto dire al lettore con Un cielo radioso è che certi istanti non sono riservati a pochi ma capitano a tutti. Ci sono riuscito?".

La mia risposta: "Sì, ci sei riuscito Jiro. I tuoi pensieri sono ancora vivi, ora, in noi appassionati lettori."