23.10.17

Il cuore della città: il webcomic completo!





Questo fumetto digitale ha vinto il Premio Micheluzzi 2016! Qui vi linko il webcomic completo Il cuore della città (by Wilder): disegnato dal talentuoso Giulio Rincione, già disegnatore di "Paperi" della Shockdom.




Vincitori del premio "Gran Guinigi 2017"




Qualche giorno fa sono stati resi noti i vincitori del premio lucchese Gran Guinigi 2017:




Miglior Graphic Novel

"Ghirlanda" di Lorenzo Mattotti e J. Kramsky (Editore: Logos)


Miglior Disegnatore

"Sara Colaone" con Leda (Editore: Coconino Press)


Miglior Sceneggiatore

"Gabi Beltràn" con Storie del Barrio (Editore: Tunué)


Miglior Fumetto breve

"Palla" di Paolo Bacilieri (Editore: U.D.W.F.G.)


Miglior Serie

"UT" di Corrado Roi e Paola Barbato (Editore: Sergio Bonelli Editore)


Miglior Autore unico

"Joyce Farmer" con Special Exits (Editore: Eris Edizioni)


Premio Stefano Beani per un'iniziativa editoriale

"L'uomo senza talento" di Yoshiharu Tsuge (Editore: Canicola)


Premio speciale della Giuria

"Niger" di Leila Marzocchi (Editore: Coconino Press)


Premio Yellow Kid al Maestro del Fumetto

"José Munoz"


8.10.17

La DC/Warner è come la Marvel/Disney?





La risposta secca? No, manco per niente.
Se volete recuperare il post precedente su questo argomento, eccolo qui.


Diversi fan dei film Marvel amano fare confronti con i film DC. Il motivo? Molti di loro hanno capito ormai che i primissimi film del MCU (Marvel Cinematic Universe) sono davvero mediocri. Provateci anche voi a domandare a qualche vostro amico che all'epoca dell'uscita dei primi due film sugli Avengers si esprimevano così "... sono bellissimi! Capolavori! E poi... hai visto Loki?", proprio a loro chiedetegli che voto darebbero da 1 a 10 ai primi due film degli Avengers. Se sono onesti intellettualmente risponderanno con un voto al massimo di 6/7 (che è anche troppo, dico io).
Con il passare di qualche anno l'effetto novità è scemato, e le pecche enormi di quei due film sono ora evidenti a tutti. Ma fare di tutta un erba un fascio è sbagliato. Le major cinematografiche hanno politiche interne differenti. E' profondamente ingiusto imputare alla Warner il comportamento della Disney!
Capisco che è la strada più semplice per i fan Marvel ormai disillusi dalle trasposizioni cinematografiche... ma bisogna essere giusti.


La Warner (che detiene i diritti DC) ha dimostrato e continua a dimostrare rispetto per i propri registi. E a differenza di altre major non detta ferree linee guida. Potreste dire la stessa cosa della Disney?


Nell'articolo che avevo già citato (il link) c'è almeno un'altra affermazione degna di nota di Diane Nelson e Geoff Johns. Affermano l'intenzione di non seguire una continuity forzata per i prossimi cinecomics, successivi a Justice League (in uscita a Novembre 2017). Perché?
Ecco le loro parole: "Chiaramente la nostra intenzione è di procedere mantenendo la continuità, in modo da non creare confusione, ma non insisteremo su una storyline complessiva o sull’interconnessione di quell’universo. […] Non ci sarà un film che parla di un altro film. Alcuni prodotti connetteranno vari personaggi, come nel caso di Justice League. Ma con prodotti come Aquaman, il nostro obiettivo non è quello di connettere il film con tutti gli altri. Andando avanti, vedrete l’universo DC continuare a essere un universo condiviso. Ma ogni film sarà un prodotto della sensibilità del filmmaker che vi ha lavorato".


Mi pare ragionevole pensare che una sorta di continuity seppure blanda esisterà anche dopo "Justice League". Ma l'affermazione che avete appena letto è incoraggiante, la Warner in pratica darà spazio creativo ai registi e sceneggiatori e continueranno a non esserci imposizioni. Ripeto la domanda: potreste dire la stessa cosa della Disney?



4.10.17

E' mai esistito il DC Extended Universe?




La risposta secca? No, la Warner non ha mai proclamato ufficialmente la creazione del DC Extended Universe (da ora in poi DCEU). Il presente post e anche il successivo, sarà basato sulle dichiarazioni recenti apparse su badcomics.it (link). Appunto nell'articolo trovate dichiarazioni da parte di Diane Nelson e Geoff Johns (non i primi arrivati) che ribadiscono che il marchio DCEU non esiste, non è nemmeno un marchio registrato.


Ma cosa sarebbe il DCEU? Perché è stato inventato il termine? Tutto ciò è partito con la nascita del Marvel Cinematic Universe (da ora in poi MCU), questo è un franchise e marchio registrato. La Disney/Marvel creò il MCU nel 2008 con l'uscita di "Iron Man 1". Questo marchio serviva e serve ad identificare i film facenti parte della nuova continuity Marvel cinematografica. Il Marvel Studios ha suddiviso in fasi il MCU (link su Wikipedia).


In quei primissimi anni la Warner/DC non aveva in cantiere una serie di film a cadenza regolare sui supereroi (come oggi). Infatti nel 2008 e poi nel 2012 uscirono il secondo e il terzo capitolo della trilogia del Cavaliere Oscuro by C. Nolan. Dal 2014 però le cose iniziarono a cambiare in casa DC, c'era un piano di uscite sempre più cadenzate, si iniziò con "Man of Steel" diretto da Zack Snyder. Proprio come dice l'articolo a cui faccio riferimento, parve comodo ai media adottare la dicitura DC Extended Universe. La Warner non disse nulla in contrario e molti hanno creduto che le cose stavano così. Ma ricordatevi, la DC raramente ha copiato le mosse della sua avversaria Marvel, viceversa è accaduto spesso! Vi basti pensare al nuovo rilancio comics ora in atto in USA il "Marvel Legacy" è una mezza fotocopia del "DC Rebirth" di un anno fa!


Ma andiamo oltre, perché la domanda sorge spontanea:
"Ok il DCEU non è mai esistito... ma che cambia?"


Cambia sostanzialmente che la continuity esistente dei film DC è presumibilmente diversa da quelli che molti pensano. La teoria che vi espongo è abbastanza trasversale tra gli appassionati di DC, quale sarebbe? La continuity attuale cinematografica Warner/DC comprente anche la trilogia di Nolan! Poi prosegue fino ad arrivare a "Justice League" in uscita a Novembre 2017. Quali sono gli indizi che le cose potrebbero essere così?
Quasi la totalità degli eventi raccontati nella trilogia di Nolan sul Cavaliere Oscuro non sono incongruenti al Batman attuale interpretato da Ben Affleck. Il Batman creato da Snyder è evidentemente un Pipistrello più vecchietto proprio come nei fumetti di Frank Miller (dove Snyder ha preso ispirazione chiaramente). Lo stesso C. Nolan collaborò come sceneggiatore e produttore attivamente con Zack Snyder nella stesura di "Man of Steel". Non può essere inteso come un passaggio di testimone verso Snyder e un beneplacito al progetto?
A parte "Suicide Squad" (che non interferisce affatto con la continuity) Zack Snyder da "Man of Steel" fino a "Justice League" è sempre stato protagonista come: regista e/o sceneggiatore. La continuity così esposta la trovate qui.


Ma per quanto breve è l'articolo a cui faccio riferimento ha altro da dirci... al prossimo post.
;)