7.9.17

Monsters: un pretesto per parlare di Gareth Edwards




Gareth Edwards è stato il regista del successone commerciale Star Wars "Rogue One". Chi sano di mente potrebbe criticare il suo operato? Io, e l'ho fatto in questo post.

C'è un aspetto che non citai nel pezzo, non perché poco importante, ma per la ragione opposta. Con il tempo ho riscontrato di essere molto intransigente con i registi che hanno un potenziale notevole, ma poi... si limitano a fare il compitino. In che senso?
Andiamo in ordine. Gareth Edwards venne contattato dalla Disney per girare il primo spin-off di Star Wars, molto probabilmente perché reduce da un altro successo al botteghino Godzilla (2014). Se proprio ci tenete a saperlo anche Godzilla lo reputo un film appena sufficiente.
Ma forse, non tutti sanno, che il primo film di Edwards era di tutto altro stampo. Ed eccoci arrivati a parlare di Monsters (2010). Nonostante il budget notevolmente inferiore lo reputo superiore notevolmente sia a "Rogue One" che "Godzilla". Perché?
La storia è avvincente e densa di colpi di scena? Gli effetti speciali epici e avveniristici? No ad entrambe le domande. La storia di per sé non è nulla di così originale (dimenticavo, sceneggiatura sempre di Gareth Edwards); ma reputo notevole l'utilizzo sapiente della macchina da presa, prevalentemente focalizzata su i due protagonisti. I dialoghi, gli stacchi, la fotografia, eleva il film fino a divenire un gioiellino. Un film d'autore di genere fantascientifico.

Questa maestria che dimostrò Edwards, di colpo, l'ha persa. Appena ha iniziato a lavorare con le major del cinema.
Come è possibile? mi chiedo. Ed è questo un altro motivo importante che mi porta a non apprezzare l'operato recente del regista citato.