15.4.17

Star Wars "Rogue One", un bel Film? Ma anche no!




La riapertura del mio blog, che è avvenuta alla fine dell'anno passato, esordì con la categoria Editoriale. E' una delle etichette più apprezzate da voi lettori, seguita a ruota da Fumetti Consigliati.
Ciò che mi contraddistingue è l'esprimermi senza mezzi termini, evitando inutili e ipocriti paraculismi.

Nel presente editoriale parlerò dello spin-off Rogue One (si va a posizionare appena prima di Episodio 4 della saga stellare).
Come vi avevo già anticipato qui il film fu al centro di una polemica abbastanza importante. Il regista però ha poi più volte affermato che il film è il suo totalmente... è proprio come lo aveva ideato! Ok, ne prendo atto, il mio giudizio va direttamente a lui: Gareth Edwards.

Vi premetto che sono un fan di Star Wars da sempre, non lo sono diventato recentemente con l'uscita di Episodio 7 di J.J. Abrams, come la maggioranza dei recensori sul web!
E sono uno di quelli che ha avuto da ridire sulla scelta a tratti idiota di George Lucas: di girare una trilogia prequel ai pressoché perfetti episodi 4, 5 e 6. Nonostante le lacune e differenze stilistiche in confronto alla trilogia anni '70, Lucas ci raccontò come Anakin Skywalker diventò Darth Vader. Probabilmente sarebbe bastato un solo film per raccontarlo al meglio, evitando personaggi e situazioni (a volte) al limite del ridicolo.

Amo la trilogia più vecchia, quella che i critici cinematografici tutti, all'epoca stroncarono. Ed oggi cercano di rimediare.
Prima di andare avanti c'è da riflettere su un aspetto: Rogue One è stato un successo commerciale ed è stato apprezzato da molti, il motivo?
A chi nei film di SW ricercava l'azione, le blasterate, le virate delle astronavi e pianeti esplosivi, Rogue One è il migliore! Gli effetti speciali sono credibili e verosimili, il movimento delle navi è fluido, come non si era mai visto prima...

Non so voi, ma io in Star Wars cerco altro. Non che mi facciano schifo: l'azione e gli effetti speciali ben orchestrati. Ma l'anima della migliore trilogia di George Lucas era:
- La lotta tra il bene e il male, senza spazi ambigui. O sei buono o sei cattivo (basato su film classici orientali).
- L'approfondimento sul legame parentale nella famiglia Skywalker, e la conseguente empatia che sia creava nei loro confronti.
- L'ironia dosata, funzionale, e mai invasiva.
- La Forza, come se fosse un movimento spirituale e mistico.

Tutti i film di Star Wars hanno questi elementi, compreso Episodio 7 di J.J. Abrams.
"Rogue One" di Gareth Edwards no!


MIO VOTO: 2/5



8.4.17

Il buio in sala, Leo Ortolani




Quando il buon Leo Ortolani annunciò che la serie di Rat-Man sarebbe conclusa (mancano ancora una manciata di numeri), alcuni buontemponi pensarono: "E ora senza Rat-Man, Ortolani che farà? Si darà all'ippica acrobatica?".
Leo ha sempre dimostrato un enorme grado di fantasia, e sono certo che ne vedremo delle belle. Rat-Man è stato, ed è, un suo grande successo... ma non sarà l'ultimo.





A conferma di ciò nel 2016 grazie a Bao Publishing, Leo Ortolani ha portato nelle librerie degli appassionati CineMah Presenta: Il buio in sala. Il volume cartonato è di eccellente fattura, come la Bao ormai ci ha viziato.
Sono contenute le strisce già apparse nel blog ufficiale dell'autore e qualche inedito. L'argomento? Recensioni semi-serie dei film cinecomics e film per nerd.






Leggendolo sottotraccia, oltre a sganasciarvi dalle risate, comprenderete meglio i gusti di Leo Ortolani. Ho trovato molto ficcante la sua critica velata alle scelte della Marvel/Disney e DC/Warner. E condivido in pieno!
Mi pare d'obbligo terminare con il presente brano, tratto dalla prefazione del tomo (by @Leo_Ortolani):

" ...Credo che sia stato un po' questo il motivo iniziale che mi ha portato a fare recensioni a fumetti e a pubblicarle sul mio blog. Capire se ci fosse qualcuno che la pensava come me, là fuori. E dopo tanti anni e tante recensioni, la risposta è che ognuno, giustamente, ha i propri gusti cinematografici. Non è che ci volesse uno studio, eh? In compenso, ho trovato un sacco di persone che pretendono di sapere quale sia la Verità su ogni film. Ecco, vi tranquillizzo, io non sono uno di loro. Perché io non pretendo. Io HO la Verità su questi film...
... io non sono un amante del Cinema. Io sono il marito..."