14.12.16

Basta fan!



Tutti li cercano, tutti li vogliono, io li odio.
Parlo dei soggetti denominati fan. Il vocabolario Treccani definisce il termine fan: "Ammiratore fanatico, tifoso, patito di qualcuno o di qualche cosa: i fans della Ferraridella musica jazzle fans dei Beatles".

E' comprensibile che alcune aziende da brand, comprese quelle del Fumetto, puntano ad attirare molti lettori di questo tipo sulle proprie testate. Perché? A differenza dell'appassionato, il fan digerisce tutto e non storcerà mai il naso.
Vi confesso che ho davvero difficoltà a comprendere questa categoria di persone (i fan del Fumetto e non solo).
Il fatto è che personalmente posso avere una preferenza per alcune Case Editrici (CE) tipo per fare un esempio la DC; ma ciò non toglie che non criticherei aspramente scelte idiote. Non sono un seguace, sono un lettore che usa la testa, e dovremmo essere tutti così...

Ecco poi, il motivo che mi porta il sangue alla testa, quando sento frasi del genere: "Sì è vero, questa scelta della Ramengo Editore (nome inventato) è senza senso... però il mio cuore è con loro, come potrei abbandonare le loro testate?" oppure "Perché dovrei comprare fumetti di altri editori, la Ramengo Editore è la migliore!".

Forse alcune CE vorrebbero tutti i loro lettori con una fedeltà così ottusa. Per fortuna i fan non sono così tanti, vedi ad esempio il cambio di rotta repentino nelle vendite dei Comics in USA, passando da una major all'altra.
Forse in Italia siamo più superficiali... speriamo di cambiare presto!