25.7.16

La Nuovissima MARVEL: ma davvero davvero?



E’ utile specificarvi che sono un lettore onnivoro di comics, non leggo solo una CE (Casa Editrice), mi piace non essere un fan di nulla nella vita. Ma un libero pensatore e appassionato di Fumetti.
Nella mia personale libreria fanno bella mostra molti albi Marvel, e sono convinto che nuovi si aggiungeranno presto. Potreste dare un occhiata ai titoli che consiglio...

Ma ora facciamo un passo indietro a Novembre 2015 quando l’attesa per Secret Wars (l’ultimo mega-crossover Marvel) era spasmodica. Gli slogan erano eclatanti: “Nulla sarà più come prima!” il più gettonato.
Ora siamo nel dopo Secret Wars, e a conti fatti vi pare che le cose siano così mutate in casa Marvel?
A me pare poco e nulla. In realtà sembra che tutto ciò sia stato orchestrato principalmente per salvare qualche eroe dell’universo Ultimate (già morente da tempo) che funzionava nelle vendite. Come Spider-Men Morales e Spider-Gwen e altre piccole eccezioni.
Facendo rientrare in continuity questi supereroi.
Ma siamo sempre alle solite, aleggia nell’aria quella sensazione che a breve finirà tutto a “taralucci e vino”, come nella classica tradizione Marvel.

La concorrente più diretta, la DC, ha evidentemente fatto la cosa opposta per più volte: stravolgere per davvero la continuity. Con colpi di scena a volte eccessivi (ma l’ultimo REBIRTH pare che funzionerà a meraviglia, ne riparleremo). La Marvel invece, vuole andare sul sicuro. Tanti annunci, poche novità vere. E se per novità pensate al nuovo Hulk e ai nuovi giovani eroi, ho molti dubbi che lasceranno a casa gli eroi classici, che amiamo tutti.
Penso che la Marvel dei comics avrebbe bisogno di grossi cambiamenti, speriamo bene…

Ma per ora, lo slogan più approrpriato dovrebbe essere: “La solitissima Marvel!”.

20.7.16

RottenTomatoes: Sì o no?



Permettetemi una breve introduzione, anche questa volta parleremo sempre di un argomento inerente al Cinema o ai Film in genere. Potrebbe sembrare che il tema non sia poi così inerente all’argomento principale del sito: i Comics e i Fumetti.
Ma le cose sono molto più correlate di quello che può apparire, lo scoprirete con il tempo.
Però voglio fare una promessa, almeno i prossimi due Editoriali saranno incentrati sull’argomento comics.

Ora possiamo entrare nel merito della questione… RottenTomatoes sì oppure no?
Ma che cavolo è RottenTomatoes?
E’ un sito americano indipendente nato nel 1999 dedicato alle recensioni e votazioni sui film di tutto il mondo. Ma solo negli ultimi anni ha davvero conosciuto una popolarità globale (anche in Italia), nonostante sia un sito completamente in inglese!
La missione lodevole di RottenTomatoes è quella di dare delle votazioni di qualità sui i film che stanno per approdare al Cinema. Questo è possibile perchè i recensori sono “solo critici cinematografici certificati”, che scrivono su testate cartacee o su siti attendibili.
Se la votazione raggiunge o supera il 60% di gradimento, vuol dire che il Film in questione “E’ da vedere”, se è sotto il 60% è un “Rotten Tomatoes” ossia si merita “Pomodori Marci”, da evitare come la peste!

Perchè vi parlo di questo sito? Perchè da qualche anno ha il potere di far fallire economicamente o far diventare un successone una pellicola al Cinema. Sempre più persone prima di andare a vedere un film, vanno a vedere il voto che ha ricevuto, se non merita, vedono altro!

Questo sta provocando una rivoluzione nelle produzioni americane, nonostante le major investano fior fiori di dollari per la promozione, alcuni loro film diventano un flop al botteghino. Esempi recenti? Fantastic4, Independence Day 2 (appena uscito in USA) e Gods of Egypt!

Tutto perfetto quindi? Basta che vado sul loro sito e capisco cosa merita e cosa non merita, giusto?
Non proprio, il sito è validissimo, ma bisogna ricordarsi che i critici sono delle brutte bestie a volte. Vi dico solo che nel 1977 stroncarono Star Wars Episodio 4, il primo Guerre Stellari di Lucas!
I critici cinematografici sono, a volte, così attenti a tanti piccoli particolari, da non notare l’emozione che una pellicola può provocare. Un telespettatore normale, come noi, non ha la competenza di un critico. E quindi è più facile che ci sfuggano tanti tecnicismi.

E’ ovvio che ognuno di noi ha i suoi gusti anche nei film, l’arte spesso non raggiunge tutti. Quello che può piacere a me, non è detto che piaccia ad una altro.

Come può essere utile questo sito a noi comuni mortali?
Diversi siti italiani di recensioni, da un po’ di tempo a questa parte mediano il voto di RottenTomatoes con un altro sito americano (famoso anche esso), che però ingloba i voti di utenti normali, come noi. Il sito in questione è IMDB di proprietà di Amazon.

Prima di andare al Cinema molti prendono il voto di RottenTomatoes e lo mediano con quello di IMDB, provare per credere!

Star Wars Rogue One: Tutte bufale?



Sono diverse settimane che si sono susseguiti rumors, più o meno ufficiali rispetto all’imminente film della saga di Star Wars.
Questo Dicembre uscirà nelle sale cinematografiche Star Wars "Rogue One", il primo spin-off della saga stellare.
Come potete immaginarvi è attesissimo.

Cosa è successo?
E’ trapelato in rete, qualche settimana fa la notizia, che anche se le riprese erano terminate, la Disney aveva ordinato nuove scene da aggiungere alla pellicola. Il tutto per rendere meno cupo, il film, e rientrare nel mood di Star Wars.

Si parlava di una riscrittura di persino il 50% del film…
Poi ci sono state delle mezze smentite da parte del regista Gareth Edwards. Ha affermato che queste riprese aggiuntive erano già pianificate con Tony Gilroy (l'aiuto regia per le scene aggiuntive), quindi niente di preoccupante.

Se permettete, vi spiego perché invece c’è da preoccuparsi, e molti fan hanno già nasato il problema vero.
Prima della smentita ufficiale sono passate diverse settimane, una mossa alquanto dubbia. Perché non replicare con forza subito? Se erano tutte bufale da web?

Il punto è che le Major cinematografiche (compresa la Disney), non dovrebbero mai, e dico mai, fare il lavoro del regista. O intromettersi nel lavoro del regista incaricato.
Vi dice niente lo schifoso Fantastic Four, il flop dell’anno scorso? Beh, ci aveva messo mano la Major 20th Century Fox e il regista rese pubblico il tutto.

Penso che sarà molto probabile che Star Wars "Rogue One" non sarà una vaccata. Dovrò prima vederlo e poi mi esprimerò sulla pellicola.
Ma non mi piace, e questo non piace anche a molti altri fan Star Wars, che la Disney non dia libertà di espressione totale al regista. E questo fa ragionevolmente presagire, che succederà ancora.

Fate mente locale, vi ricordate che l’anno scorso J.J. Abrams per rassicurare i fan che attendevano Star Wars "Episodio 7", disse a parole mie “State tranquilli che nel mio contratto ho la Final Cut!”? Ossia lui aveva l’ultima parola sul suo film, non la Disney.

All’epoca forse non comprendemmo il perchè lo specificasse, ora forse è tutto più chiaro… Purtroppo Gareth Edwards non ha la Final Cut!